Flotta aziendale: come risparmiare carburante

Molti coordinatori e manager di flotte aziendali affrontano spesso le stesse problematiche.

In molti casi, il bilancio di fine anno concentra numeri astronomici nella sezione dedicata al carburante consumato. Ecco che i responsabili dei veicoli aziendali si pongono domande circa possibili metodi innovativi per risparmiare, ma non sempre si riesce a farlo.

Molte PMI investono ogni anno cifre importanti per rinnovare il parco mezzi della flotta aziendale al fine di offrire sicurezza, efficacia e rapidità nei trasporti. In questa fase di selezione, che si tratti dell’acquisto di mezzi nuovi o di leasing a lungo termine, bisogna puntare non solo sui consumi in generale ma su aspetti quali la capacità di carico, il tipo di motore, di pneumatici, etc.

Molte altre aziende, però, non hanno la possibilità di aggiornare i propri veicoli e nemmeno una figura dedicata unicamente alla gestione della flotta. In questi casi, è normale che molti dati importanti sfuggano al controllo e che diventi via via sempre più difficile elaborare metodi di risparmio economico fatti su misura.

Qual è quindi il modo migliore per garantire maggiore risparmio sui consumi?

Elenchiamo una serie di accorgimenti che possono ridurre il consumo di carburante:

  1. Accelerare e frenare gradualmente
  2. Ottimizzare i tragitti in base a distanza e possibilità di rifornimento
  3. Mantenere una velocità costante lungo tutto il viaggio
  4. Spegnere il motore quando fermi per più di 2 minuti
  5. Revisionare periodicamente il motore
  6. Utilizzare solo lubrificanti e carburante consigliati dal produttore del veicolo
  7. Gonfiare gli pneumatici quando richiesto dal manuale

In particolare, il consumo di carburante di un veicolo quando fermo per più di un minuto è un problema che riguarda ogni tipo di veicolo, auto comprese. In questo caso, è sufficiente attivare l’aria condizionata e aumentare il numero di soste medio-brevi durante il corso di una giornata per ottenere un consumo ben oltre l’accettabile e del tutto inutile.

La gestione del combustibile: consigli pratici

  1. Formazione degli autisti


Istruire i guidatori aziendali verso una guida più ecosostenibile attraverso corsi avanzati di guida sicura e costanti briefing interni è un passo obbligatorio. Solo quando tutti gli autisti saranno stati sensibilizzati, il manager della flotta aziendale potrà concentrarsi sul controllo diretto del consumo di carburante.

  1. Scelta del mezzo


I veicoli non garantiscono tutti, sempre lo stesso consumo di combustibile. Quando l’azienda acquista un nuovo veicolo è importante che questo sia quanto più recente possibile e che le capacità generali del mezzo non superino le reali esigenze commerciali. Non si può risparmiare sul carburante se si acquista un camion quando è sufficiente un minivan.

  1. Lista di istruzioni


Fornire ai guidatori una lista completa di attività da svolgere prima, durante e dopo la guida, unitamente a tragitti pianificati nei minimi dettagli, che includa gli accorgimenti utili per risparmiare carburante.
Questa soluzione pratica mira a sensibilizzare e tenere sempre alta la concentrazione.

  1. Pianificazione delle tratte


Definire le tratte nei minimi dettagli, indicando le stazioni di servizio dove fare rifornimento: l’efficienza ne gioverà. Un guidatore può elaborare un tragitto da seguire in totale autonomia, ma è meglio che tale incarico sia svolto in collaborazione con il manager, il quale dovrà essere in grado di utilizzare a suo vantaggio i dati posseduti circa quantità totale stimata e prezzo medio del combustibile.

Esistono soluzioni per semplificare la gestione del carburante?

Tutti i manager possono contare su programmi e app dedicati alla gestione della flotta. Si tratta di strumenti che gestiscono la reportistica inerente alla gestione economica e logistica.

Uno studio del Corporate Vehicle Observatory di Arval Italia rileva come la maggior parte dei coordinatori di flotte aziendali – il 75,5% su 245 aziende interrogate – ritenga indispensabile l’analisi gestionale e il controllo diretto dei costi.

Lavorando con report grafici e raccolte dati, il coordinatore può infatti calcolare previsioni future sul consumo, trovare possibili problemi legati alle abitudini di rifornimento, scoprire se e quando un mezzo consuma troppo rispetto ai chilometri che percorre e molto altro ancora.

Il manager ha quindi bisogno di ottenere questo tipo di dati per calcolare percorrenze e consumi dinamici di ogni singolo mezzo aziendale, stabilire la necessità di sostituire o revisionare un mezzo e localizzare sul territorio le stazioni di servizio più convenienti per tutte le tratte percorse dalla flotta.

Le nuove carte carburante

Diventate lo strumento di pagamento tracciabile indispensabile per le aziende e sostituendo bancomat e carte di credito, le schede carburante consentono di ricevere sconti e la fatturazione elettronica comodamente sul proprio PC per una detrazione dei costi ancora più semplice.

Di fatto, per il professionista l’utilizzo della carta elimina la necessita di controllare continuamente l’estratto conto alla ricerca delle spese per il carburante in vista dei rimborsi.

Le schede carburante sono, al pari di bancomat e carte di credito, un metodo di pagamento digitale sicuro, diventate indispensabili da quando la legge italiana ha imposto l’utilizzo di pagamenti tracciabili per ottenere il rimborso sui costi del carburante, nonché la fattura elettronica obbligatoria.

Utilizzando la scheda si riceve una sola, comoda fattura sul proprio PC. In questo modo, si elimina la necessità per i guidatori di dover richiedere rimborsi spese o di muoversi con dei contanti, mentre l’azienda riceve il riassunto dei costi sostenuti sul proprio account del software gestionale.

Il primo grande vantaggio delle carte carburante è che danno accesso a sconti e benefici differenti in base alle condizioni offerte dalle varie compagnie petrolifere. Il secondo immenso vantaggio è che, a ogni rifornimento, la scheda consente di vedere quale mezzo ha acquistato quale e quanto carburante.

Questo tipo di dati fa la differenza quando il manager si trova a dover calcolare nuove e profittevoli strategie.

Il miglior dispositivo telematico satellitare

Numerose compagnie del settore offrono impianti telematici satellitari su misura, cercando di rispondere alle esigenze aziendali con pacchetti differenziati da una serie di opzioni.

Se le migliori soluzioni permettono un controllo totale dell’intera flotta, i pacchetti base di alcune compagnie garantiscono comunque una mole di dati utile per ottenere più risparmio sul combustibile aziendale.
Alcuni pacchetti aziendali offrono optional come dispositivi di segnalazione cabina, telecamere all’interno dell’abitacolo, insieme al software di registrazione e trasmissione dati che invia la reportistica online su tablet, smartphone e computer.

I moderni dispositivi telematici satellitari GPS consentono di:

  • Geolocalizzare ogni mezzo della flotta, trasporti e spedizioni
  • Ottenere informazioni sullo stile di guida degli autisti
  • Sapere se i vostri autisti effettuano deviazioni non autorizzate
  • Eseguire analisi online dei tragitti
  • Ottenere reportistica di flotta
  • Rilevare in tempo reale sinistri stradali e furti
  • Dotare i mezzi di segnalatori visivi e acustici in caso di cattiva guida

Tutte queste informazioni si possono utilizzare per risparmiare carburante.

Per chi è alla ricerca di consigli utili, eccone alcuni su come gestire efficacemente una flotta di veicoli.

Cosa fare per ottenere le schede carburante

Il processo di ottenimento può essere lungo e richiedere uno sforzo amministrativo non da poco.
Inoltre, non tutte le aziende possiedono i requisiti richiesti dalla compagnia che emette le singole schede.

Questi sono i motivi per cui serviva una soluzione e per cui è nato iCompario, un servizio di comparazione realizzato da esperti del settore.

Il servizio gratuito di iCompario rende facile ottenere la carta carburante più adatta alle esigenza della vostra azienda. In poco tempo, inserendo alcune informazioni di base, si ottiene una lista personalizzata dei migliori providers che mette in evidenza i diversi vantaggi offerti.

Una volta trovata la soluzione migliore, iCompario provvede a notificare la compagnia della carta da voi scelta per un processo di ottenimento semplificato e a portata di mano.

iCompario è dalla vostra parte anche nella scelta dell’impianto telematico satellitare più adatto alla vostra azienda.

European Diesel Card Limited, Trading Address: Unit 1, Floor 1-4, Chalfont Square, Old Foundry Road, Ipswich, IP4 2A, United Kingdom