Qual è il vero costo di un cattivo stile di guida?

Secondo alcune ricerche e studi di settore, sono in molti a sopravvalutare le proprie doti alla guida.

Spesso molti guidatori compiono manovre azzardate, accelerando quando dovrebbero invece frenare, curvando a velocità troppo elevate, oppure parlando al telefono durante la guida.

Questo tipo di pessime abitudini, unitamente ad altri fattori di diversa natura, causano ogni giorni migliaia di incidenti in tutto il mondo.

I sinistri sono un incubo per qualsiasi guidatore e lo sono ancora di più per i proprietari di una flotta aziendale.

È bene ricordare che non è necessario causare o essere vittima di incidenti stradali per subire danni: un cattivo stile di guida può confondere gli altri guidatori e causare indirettamente dei sinistri.

Tamponamenti e piccoli urti incidono in modo significativo sul bilancio di un’azienda.

Condurre un mezzo senza professionalità porta infatti a spendere più soldi per sostituire prima del necessario o riparare pneumatici, freni, frizione e molte altre parti, inclusa la carrozzeria. Nessuna azienda può infatti permettersi di mettere in strada veicoli malconci con il proprio logo sulla fiancata.

Sul fronte della sicurezza, basti pensare che guidare è la mansione che causa più incidenti sul lavoro.

Il responsabile della flotta deve quindi curare con particolare attenzione la selezione e la formazione dei guidatori dell’azienda, perché sarà anche il loro stile di guida a incidere sul bilancio economico di fine anno.

Quali sono le brutte abitudini alla guida?

Sorpassi azzardati, velocità eccessiva, utilizzo del telefono alla guida, soste per riposo non effettuate e molte altre pericolose abitudini causano problemi molto più seri di multe o graffi sulla carrozzeria.

Chi guida per lavoro sa che non è concessa nessuna distrazione.

Accelerazioni e frenate superflue hanno la sola funzione di consumare maggior carburante e dimostrano il disinteresse verso un utilizzo più consapevole delle risorse aziendali.

Un’attenta selezione del persone non sempre scongiura tutti i pericoli. Nel corso del tempo il personale va aggiornato, tenuto in costante allenamento, incentivato ad assumere comportamenti sempre migliori per evitare incidenti con mezzi aziendali.

Quali sono le conseguenze economiche di un cattivo guidatore?

  1. Aumento del premio assicurativo
  2. Aumento del consumo di carburante
  3. Aumento del numero di interventi meccanici

Il vero problema è che in assenza di un sistema di controllo diretto e costante è veramente difficile capire se un cattivo guidatore lavora su uno dei nostri mezzi aziendali.

Solitamente, si evince un problema solo quando si notano segnali evidenti quali graffi sulla carrozzeria, piccoli ammaccamenti, parti in plastica rigate, pneumatici consumati in breve tempo, rifornimenti troppo frequenti, problemi nel rispettare le tratte impostate dal responsabile attraverso il GPS, etc.

Come riconoscere le pessime abitudini della propria flotta?

Oltre a segni evidenti e palesi quali multe, ammaccature o frequenti e sospetti guasti meccanici, ci sono altri segnali che devono far riflettere. Anche la precoce usura all’interno dell’abitacolo deve destare preoccupazione. È importante che gli autoveicoli rimangano quanto più integri possibile per poter essere sfruttati al massimo e/o rivenduti dall’azienda.

Per capire in tempo se c’è un cattivo guidatore all’interno della propria flotta bisogna quindi conoscere le abitudini di tutti gli autisti, un vantaggio inesistente fino a pochi anni fa.

Oggi possiamo contare sulla tecnologia, sul mondo digitale e sulla semplificazione che questi portano con sé. Alcuni dispositivi ci consentono di tenere sotto controllo tutti i mezzi del parco aziendale e di monitorare le abitudini di guida di ogni singolo guidatore.

Strumenti per comprendere le abitudini di guida

Come ottenere tutte le informazioni necessarie per riconoscere e aiutare il cattivo guidatore?

Per essere sempre a conoscenza degli aspetti più importanti, si possono utilizzare schede carburante e dispositivi telematici satellitari basati su sistema GPS, ideali per tutti gli autoveicoli.

Questi due strumenti aziendali rappresentano il pilastro della capacità di monitoraggio della flotta.

La scheda carburante: l’alleato perfetto

Le carte carburante sono indispensabili in Italia per tutti i professionisti e le aziende che possiedono auto e mezzi aziendali.

In seguito alle nuove normative in materia fiscale e con il recente obbligo di pagare con metodi tracciabili il carburante per ottenere la fattura elettronica, anch’essa obbligatoria, le carte sono diventate il perfetto sostituto di bancomat e altre soluzioni di pagamento tracciabile.

Le schede sono nominali, personalizzabili per singola targa e danno accesso a sconti e benefici vari sia a livello nazionale che internazionale.

iCompario: Preciso, Rapido, Diretto

Trova la migliore scheda carburante sfruttando le capacità del servizio gratuito di iCompario, un sito che raccoglie in un elenco tutte le migliori proposte disponibili, su misura, e che ti mette direttamente in contatto con l’emittente della carta per semplificare il processo di ottenimento.

Uno sguardo ai sistemi telematici satellitari

Gli strumenti telematici satellitari GPS, GSM o GPRS consentono di ottenere informazioni sulle abitudini di guida del parco aziendale.

In base al servizio selezionato attraverso iCompario, si possono scegliere diversi piani che garantiscono diverse tipologie di informazioni.

Con la tecnologia GPS si è in grado di conoscere in qualsiasi momento l’esatta posizione di un veicolo, la sua velocità media, quando questo è in marcia, si può vedere la strada percorsa in tempo reale grazie alle dashcam, controllare le ore di lavoro effettuate e quelle dedicate alla sosta. È possibile inoltre sapere quando vengono effettuate brusche frenate o accelerazioni improvvise, se il quadro del mezzo è acceso o spento e molto altro ancora.

Questi dispositivi necessitano di un software gestionale solitamente fornito insieme all’acquisto del sistema satellitare, il cui scopo è quello di raccogliere i dati sopracitati e inviarli su smartphone, tablet, computer tramite e-mail.

Migliorare l’efficienza aziendale e affidare la sicurezza a un vero sistema di controllo diretto come questo vuol dire aver compreso l’immenso valore della salvaguardia dei propri mezzi.

Possedere dati come quelli forniti dai dispositivi satellitari significa infatti poter controllare ogni aspetto del lavoro in tempo reale ed elaborare previsioni economiche e strategie per ottimizzare il ROI.

I migliori dispositivi consentono di avvertire, con segnali acustici e appositi LED, tutti gli autisti che effettuano manovre e variazioni di velocità non in linea con gli standard di sicurezza.

Grazie ad iCompario, non c’è nessun bisogno di effettuare lunghe ricerche perché offre un elenco completo delle migliori compagnie per ottenere il servizio migliore.

Cosa fare per migliorare le qualità di guida?

Una volta entrati in possesso di dati preoccupanti per la sicurezza della flotta, bisogna aiutare tutti i guidatori che tendono ad assumere brutte abitudini alla guida.

Un istruttore esperto sarà indispensabile per organizzare un corso avanzato di guida sicura per tutti gli autisti, senza differenze di età. Un corso della durata di alcuni appuntamenti o di qualche settimana può rivelarsi fondamentale: ciò che viene insegnato a scuola guida è diverso dai consigli che piloti e autisti molto esperti possono dare ad altri guidatori con minor esperienza.

Adottando questa soluzione, si possono ottenere diversi risultati positivi. Ogni guidatore che prenderà parte a un corso di guida sicura potrà trarne vantaggio adottando abitudini di guida più sicure e profittevoli per l’azienda.

Il coordinatore della flotta aziendale deve quindi disporre di tutti i dati sulla guida di ogni autista così come deve conoscere sempre la posizione esatta dei mezzi. Con i nuovi vantaggi tecnologici si può adesso sapere in tempo reale quando un mezzo si ferma, quando cambia rotta, come e quando accelera, quando il guidatore fa una pausa e quando riparte.

Disporre di tutti i dati relativi ai veicoli della tua azienda significa poter attuare un’attenta pianificazione, adottare misure di prevenzione, se necessario, e incrementare l’efficienza generale del tuo business.

European Diesel Card Limited, Trading Address: Unit 1, Floor 1-4, Chalfont Square, Old Foundry Road, Ipswich, IP4 2A, United Kingdom